PIETRANERA di Marco De Bartoli

Siamo in Sicilia. Una terra che amo per i suoi paesaggi così diversi: dai crateri dell’Etna e le sue vigne così ripide, che sono state rimesse in piedi grazie all’opera di viticoltori che si possono definire eroici, ai paesaggi meravigliosi delle saline di Marsala, con i suoi mulini a vento e i tramonti mozzafiato, con il sole riflesso nelle grandi vasche e talvolta, quando si ha fortuna, si possono ammirare anche le sagome dei fenicotteri.

saline-marsala-boca-dolza

Proprio qui, a Marsala, si trova una cantina che ha fatto la storia della viticoltura della Sicilia, quella di Marco de Bartoli. Scomparso ormai 10 anni fa, ha lasciato la cantina in mano ai suoi figli, che stanno continuando a gestirla in modo sapiente e soprattutto coerente con il pensiero che ha mosso il padre in questo suo grande contributo alla viticoltura siciliana. Alcuni lo definiscono folle, irruento, insomma con un bel carattere deciso, perchè ci voleva proprio quello per sparigliare le carte e rimettere “le cose al loro giusto posto”. Il Marsala, senza de Bartoli, forse oggi sarebbe ancora concepito come un vino da scaloppina.

botti2-boca-dolza

Decide di ritornare al vecchio metodo perpetuo, o “solera”, che consiste in una piramide di botti, dove alla base si trova il vino che viene prelevato per l’imbottigliamento, e lo strato mancante viene ripristinato dalle botti superiori, dando come frutto un vino che è il risultato di anni e anni di vendemmie. Da qui nasce il famoso Vecchio Samperi (100% Grillo), che è l’espressione vera di questa battaglia senza compromessi di Marco de Bartoli.

vecchio-samperi-boca-dolza

L’azienda però non ha solo vigne a Marsala, ma si estende anche a Pantelleria, isola magica e quasi surreale, “burbera”. Un paesaggio fatto da un tappeto spettacolare di vigne ad alberello pantesco, dichiarate nel 2014 patrimonio dell’Unesco. Qui si coltiva principalmente Zibibbo, e proprio da questa uva nasce il vino che mi fece innamorare subito di quest’azienda e scoprire poi la sua storia meravigliosa: il Pietranera (100% Zibibbo).

pietranera-marco-de-bartoli-boca-dolza

Non starò qui ad annoiarti sulle caratteristiche organolettiche di questo vino stupendo o sui vari tecnicismi, ma mi limiterò a dirti quanto sia poco contemplabile, che tu, appassionato di vino, non beva almeno una volta nella tua vita questo nettare. E’ l’espressione della complessità di una natura che sembra essere abbandonata a se stessa, un carattere unico, minerale come il mare di cui si circonda, ma aromatico e pieno come la sua terra, la Sicilia.

marco-de-bartoli-boca-dolza

Buona degustazione!

www.marcodebartoli.com

2 pensieri su “PIETRANERA di Marco De Bartoli

  1. Ho ricevuto in dono una bottiglia di Pietranera.
    Me ne aveva parlato una giovane cacciatrice di leccornie.
    Quando bevi il Pietranera senti il mare in bocca e…nel cuore. Ti si accendono subito immagini di sole caldo e mare spumeggiante

  2. L’ha ripubblicato su Vini di Siciliae ha commentato:
    Pantelleria, isola magica e quasi surreale, “burbera”. Un paesaggio fatto da un tappeto spettacolare di vigne ad alberello pantesco, dichiarate nel 2014 patrimonio dell’Unesco. Qui si coltiva principalmente Zibibbo, e proprio da questa uva nasce il vino che mi fece innamorare subito di quest’azienda e scoprire poi la sua storia meravigliosa: il Pietranera (100% Zibibbo).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...